Il vaso è pieno

Il vaso è pieno

Succede.

Succede di rincontrarsi.
Anche in grandi città che sotto sotto altro non sono che monolocali.
Succede di rincontrare il custode del palazzo tutti i giorni; il
panettiere; il signore sul metrò, quello che lo prende alla tua stessa
ora, sul vagone in cui entri tu, in attesa sulla banchina proprio là e
non un passo più avanti o più indietro; i propri famigliari a volte
accompagnati da un rassegnato “ahimé”.
Così, come succede di rincontrare un vecchio amico, una sera di mezza
stagione, al ristorante frequentato da anni, nel bel mezzo del
brindisi di auguri per il genetliaco della suocera (uno dei casi
ahimé”?) ecco che alle tue spalle…

“Scusate, auguri” alzando il calice lui stesso
“Ma questa Signora io la conosco bene e vorrei salutarla”

Stivale sinistro slacciato sotto il tavolo con gambale penzoloni alla
caviglia, borsa appesantita da tutta una serie di oggetti che una
donna, mamma, deve portarsi appresso altrimenti il pargolo si annoia a
cene troppo lunghe, troppo adulte, in locali troppo “da grandi” e
troppo caldi nella mezza stagione…
Io, girandomi, tentando di domare l’indomabile gambale riportandolo in
una posizione più idonea al suo stato e nel tentativo di alzarmi,
salvo la tovaglia e tutto quello che ci sta sopra, rovino al suolo la
sedia e mi ritrovo avvolta da un abbraccio caloroso…
Fotofinish 1, gli astanti: otto bocche spalancate tra cui quella del
padre di mio figlio e la fidanzata dell’elargitore d’abbracci; otto
calici ed una domanda a mezz’aria.
Domanda a cui solo mio figlio, gettandosi sgomitando in
quell’abbraccio che mi avviluppa, saprà dar voce: “Mamma chi è questo
signore? Hai-vinto-tu-quest’asta-ti-siedi-che-ti-do-il-mio-disegno?”
Fotofinish 2,su di me: saran passati vent’anni e son arrivati 20 kgs,
più di 20 capelli bianchi su un viso con  altrettante rughe. Stivale a
cacarella, mano sinistra che tenta di risollevare la sedia sdraiata al
suolo e zavorrata dalla mia enorme borsa, perfetta nel mio look con
fiocco di velluto ad una sola cocca, reminescenze di un fasto passato,
portato “sulle ventitre” allacciato al mio collo.

Mi ridesta un banalissimo “Sei sempre bella, come vent’anni fa…”
Bravi ecco! Svegli tutti! Socchiudete le vostre bocche sul calice a
mezz’aria e ricomponiamoci: nulla per cui stupirsi o per cui valga la
pena di farlo…
Perché vent’anni son veramente passati, anche di più!
Ma non finisce qui. Eh no!
Il piatto è troppo ricco e mentre cerco di ricompormi lasciando cadere
il tovagliolo sul sempiterno gambale a cacarella, nella mia mano
libera scivola il suo biglietto da visita
“E-mail e cellulare, aspetto i tuoi contatti, chiamami che ci raccontiamo…”
Al nostro tavolo c’è un amico giapponese che si alza e si inchina
leggermente ed io mi paralizzo pensando“ti prego fa che non esca anche
lui il suo biglietto da visita!”

Ho chiamato, sì, dopo una settimana, innumerevoli corse e tutta la
vita che ci sta dentro. C’è stato un appuntamento a pranzo, nello
stesso ristorante!!! E qualche e-mail, poi un giovedì sera arriva un
sms:
“Vado in Toscana per tre giorni. Sto ristrutturando una casa, è il mio
castello, niente di che sai, ma vorrei fartelo vedere…” …il castello…
Ecco bravo! Vai in Toscana schiarisciti le idee e torna.
Perché vent’anni son passati anche questi con tutto quello che ci sta
dentro ed è tanto, a volte è stato troppo, ed io non sono bella come
allora, nel caso, lo sono di più: sono più ricca, più ricca di
vent’anni ed il mio vaso è pieno.
Io questi vent’anni li voglio tutti, li ho vissuti ogni secondo,ci ho
dedicato tempo, fatica, cuore, danaro e 900 unità di ormoni 2 volte al
giorno per 9 mesi…
E se oggi avessi tre giorni, tre giorni che mi avanzano, da un ritmo
serrato-quotidiano, dalla mia vita secondo te verrei in Toscana…con
te…?
Secondo voi?

Annunci

One thought on “Il vaso è pieno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...