Il Cacciatore e la Balena di Paloma Sanchez Ibarzabal

Vaso di Pandora

for KIDS

 

Una balena viaggia sola in mare aperto e profondo.

Un cacciatore solitario e la sua barca la inseguono a distanza.

Occorreranno cinque albe e quattro sere per raggiungersi in un viaggio tra sogno e realtà.

Una danza di avvicinamento fatta di inseguimenti lenti, inabissamenti profondi, riflessioni e strategie continue di giorno, tra albe grigie e nebbiose, giornate ventose di un vento gelido che là, in mezzo all’infinito, non trova ostacoli alla sua scorribanda, increspando il mare, agitando la barca ormai ricoperta da una crosta argento di sale e aria cristallizzata.

Albe piovose, monocrome di rosa o di giallo ottobrino.

Di lunghe sere in compagnia delle stelle a cui affidare le proprie riflessioni llà, in mezzo al niente ancorato alla luna sonnacchiosa appoggiata di lato, luminosa, un po’ infreddolita essa stessa.

Prima su un fianco poi sull’altro e, dopo giorni, finalmente supina nell’immenso cielo.

Notti di stelle in continuo fermento da non riuscire a contarle, dispettose si tuffano in mare, sorridono, in uno strano girotondo disegnano la sagoma di una balena, il sogno del cacciatore! E poi fischiettano luminose e scintillanti.

Il cacciatore ama le stelle. Quelle stelle che tutti vedono, che parlano con tutti e conoscono segreti di posti lontani.

“Gli astri più minuscoli messi insieme sono più grandi della balena. Se ora lo volesse, mi affonderebbe con un semplice colpo di coda”, pensa il cacciatore seduto a poppa della sua barca giocattolo ancorata alla luna.

Ma il cacciatore è forte, si sente forte di un’arma che non abbandona mai, più potente della balena, che rende più grande e importante anche la sua barca.

E sera dopo sera il suo colloquio con l’infinito si farà più intenso, le stelle veglieranno sulle sue notti fredde e solitarie, sui suoi sogni a volte di grandezza a volte tristi.

Una grande onda culla la sua barca.

“La balena vagabonda tra i fondali” pensa il cacciatore.

E alla quinta alba la balena emerge, vicina, a conoscere il cacciatore che emerge anche lui da un sonno profondo, disattento.

E per la prima volta il cacciatore la vede da vicino, non più silenziosa presenza negli abissi, ombra solitaria.

Il suo corpo argenteo racconta la sua lunga vita: le lotte con gli arpioni di altri cacciatori, gli scogli, i graffi dei coralli…cicatrici assortite.

Il cacciatore osserva stupito e meravigliato. Allunga la mano per toccare quel corpo infinito che parla, come il suo cielo, di mondi lontani di cose mai viste.

E quando il suo sguardo non incontra l’occhio della balena l’arpione resterà sollevato, inerme, in attesa di un gesto che non verrà perché il cacciatore filosofo in quell’occhio così piccolo per quel corpo così grande, vedrà uno sguardo umano e resterà interdetto a guardarla mentre la sua mole impegna un tempo infinito per passare.

E’ mattino presto. Il sole ha percorso un quarto della sua strada. Docile il mare, il dondolio della barca, quieto ancora il caldo quando un cucciolo di balena salta la nostra prua come a volerci invitare ad andare a giocare con lui.

Ci agitiamo felici della nostra buona sorte, il marinaio che è con noi ci intima in messicano di stare fermi e zitti…sotto di noi c’è la mamma…

Mai mi ha lasciato quell’emozione, quel brivido: “Se ora volesse ci affonderebbe con un semplice colpo di coda”.

Ma docile della sua maternità assiste dagli abissi alle prodezze del suo cucciolo, con la sua mole impiega un tempo infinito per passare…e se ne va.

Baja California, Gennaio 1995

Il Cacciatore e la Balena

Di Paloma Sanchez Ibarzabal

Illustrato da Iban Barrenetxea

Ed.: Logos Edizioni

Euro: 16,95.-

Età di lettura: da 8 anni.-

Il Cacciatore e la Balena di Paloma Sanchez Ibarzabal

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...