La foresta rossa trasforma l’incubo in sogno

Velasco Vitali, single del giorno

La foresta rossa trasforma l'incubo in sogno

Città deformate dall’abbandono o nuova forma di Natura?

Archeologia architettonica o traccia umana che sorge dal passato?

Ognuno ci vede quel che sente d’istinto, ma è certo che Velasco Vitali, col suo pennello,

ha dato poesia alle 416 città fantasma nel mondo nella mostra “Foresta Rossa”,

in Triennale a Milano fino all’8 settembre.

Ogni quadro è un racconto, una storia, un passato e un’evocazione.

Si entra nel cemento, o in un incidente nucleare, o in una crisi economica,

e si esce con una rima, o un’emozione, o un sogno.

E arriva prorompente la voglia di viaggiare, visitare quei luoghi,

per entrare nella magia del pennello di Velasco Vitali.

Perché andare: per trovare la poesia anche dove c’è il dramma, per entrare nella foresta rossa e trovare la luce della leggenda.

Con chi andare: con qualcuno con cui hai voglia di fare un viaggio, anche breve, ma partire insieme.

La foresta rossa trasforma l'incubo in sogno

 

velascovitali.com

triennale.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...