Venere in pelliccia

PolanskiRoman Polanski, single del giorno

Venere in pelliccia

Un teatro, due attori, una sola scena. E un continuo ribaltamento delle parti.

Chi ama chi, chi è servo di chi, chi è ossessionato da chi, chi non vive senza chi. Vittima e carnefice, uomo e donna, scambiandosi emozioni e ruoli senza perdere ritmo, battuta, focus (Emmanuelle Seigner e Mathieu Amalric, b r a v i s s i m i).

Dopo Carnage, Roman fa un altro film senza respiri sulla relazione, usando il cervello e lasciando poco spazio all’immaginazione. Si esce dalla pièce sperando nel secondo tempo, anche se si sa perfettamente che lo spettacolo è finito.

Con chi andare: un’amica/un amico, ma senza i rispettivi partner…

Perché andare: perché Polanski val sempre il biglietto.

vener2CI DICI LA TUA PER FARLA NOSTRA?